Leggi i testi:

01. Demodè
02. Se tu mi vuoi
03. Ma quanta ipocrisia
04. Diario di un ignavo
05. Una signora di provincia
06. Mario col metano
07. La teoria della razza
08. Spartacus
09. Hopplà
10. Vespe e zanzare


MARIO COL METANO
Una vecchia canzone scritta negli anni novanta che descrive bene la crisi del degli anni duemila. Oppresso da debiti e conseguente crisi amorosa il giovane metalmeccanico Mario si elimina col gas metano. La storia potrebbe essere presa da un trafiletto di cronaca e vuole essere una fotografia spietata che sospende ogni giudizio, il cinismo del testo stride volontariamente con l'ambientazione rocksteady. Impreziosisce il il brano il solo del maestro Daniele Sepe.


Mario è di famiglia popolare
ha una centoventisette acquistata su cambiale
e vive la sua vita quotidiana
essendo conscio d'esser figlio di puttana

Mario un lavoro non ce l'ha
non lavora nell'industria di papà
in testa però ha strane pretese
di rinascere un bel giorno da borghese

( Mario è proletario, sogna di rinascere borghese )

Lisa come ti vorrei Lisa
come ti vorrei Lisa ma tu
non mi pensi più

ho nella mano un assegno da un milione
luce gas telefono e pigione
giuro io la farò finita
con questa sporca e maledetta vita

Mario ora è steso sul divano
s'è tolto la vita col metano
ed ora la parabola è finita
della sua sporca e maledetta vita

Mario col metano….